jlabvda.it
Seguici su

Dall’Usl, una serie di beni dismessi che possono essere ceduti a enti ed associazioni

Nella sezione “Beni dismessi” del sito dell’Unità Sanitaria Locale della Valle d’Aosta è stata pubblicata una nuova deliberazione dello scorso 20 aprile. Secondo la legge regionale n. 46 del 2009, i beni dichiarati fuori uso possono essere ceduti ad altre strutture pubbliche o, in subordine, per iniziative di carattere umanitario o di cooperazione allo sviluppo, al Fondo delle Nazioni unite per l’infanzia (UNICEF), alla Caritas, alla Croce rossa internazionale (CRI), alle sezioni territoriali e alle organizzazioni non governative, nonché alle associazioni di volontariato iscritte nell’apposito registro regionale. La deliberazione indica le caratteristiche dei beni dismessi (descrizione, anno di acquisto, causa di dismissione) e la valutazione aziendale relativa all’eventuale idoneità dei beni oggetto del provvedimento ad essere donati. Le procedure possono essere consultate su questa pagina web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l’informativa. Informativa Privacy