jlabvda.it
Seguici su

Jlabvda welfare

Una comunità viva si rigenera solo grazie al concorso di energie nuove, d’idee innovative, di un ricambio generazionale costante e graduale, tale da favorire un progresso sostenibile, prospettive future. Occorre poi dare una risposta alla mancanza di attenzione che i giovani lamentano rispetto alle politiche locali oltre che a sensibilizzarli rispetto alle opportunità che l’Europa offre loro. Un respiro progettuale, quindi, capace di abbracciare le dimensioni più ampie che la contemporaneità ha aperto e di rigenerare le ricchezze che un territorio come la Valle d’Aosta possiede e intende perpetuare a lungo.
Questo sito rappresenta la prima di una serie di azioni che l’Amministrazione regionale ha intenzione di promuovere per dare voce ai giovani valdostani che studiano, viaggiano, osservano e si costruiscono quadri di giudizio di cui la parte matura della società spesso sottovaluta il valore potenziale: il germe del futuro non può tardare a fecondare le organizzazioni, le imprese, le amministrazioni spesso affaticate e irrigidite da convinzioni e stereotipie e dunque è indispensabile aprire spazi per lasciar entrare tutto il pensiero creativo della nostra migliore gioventù.

Finalità

Il progetto intende promuovere un cantiere di idee per disegnare in modo partecipato e moderno il welfare regionale di domani coinvolgendo i giovani che hanno scelto di formarsi nell’ambito delle professioni sociali e sanitarie.

L’obiettivo è di aprire laboratori interdisciplinari che:

  • raccolgano e selezionino buone prassi, modelli di sviluppo territoriale, sistemi informativi e nuove formule di ingegneria finanziaria, di organizzazione aziendale, di nuove soluzioni tecnologiche in grado di rispondere ai nuovi bisogni della società di domani, ma anche di proporre modalità differenti per offrire i servizi e le prestazioni sociali e sanitarie di oggi in modo appropriato, efficiente ed economicamente vantaggioso;
    alimentino occasioni di scambio tra realtà locali ed eccellenze europee sia in termini di incontri/confronto tra professionisti che tra modelli organizzativi;
  • vitalizzino il tessuto connettivo regionale attraverso forme strutturate di riflessione, osservazioni, analisi dei servizi ed enti che sul territorio valdostano al momento si occupano di welfare e di salute, condividendo con gli operatori soluzioni alternative, piccoli strumenti di innovazione e di efficientamento dei processi in essere;
  • propongano linee guida per lo sviluppo di una piena integrazione socio-sanitaria culturale, organizzativa e in termini di prestazioni e servizi.

Descrizione

L’iniziativa partirà con un bando per la concessione di borse di studio che raccolgano attorno a temi-chiave di interesse regionale fino a 5 giovani laureati o laureandi di discipline differenti e complementari disponibili a lavorare in équipe per proporre soluzioni innovative, forme di sensibilizzazione e misure di prevenzione della salute in collaborazione e accordo con le strutture sanitarie, socio-sanitarie del territorio, i reparti ospedalieri, i centri di servizi e le strutture regionali che si occupano di servizi sociali.

I temi sui quali verterà il bando apparterranno alle seguenti macroaree di riferimento:

  • innovazione tecnologica e finanziaria
  • modelli di lavoro integrato, smart, flessibile
  • miglioramento dei servizi in essere
  • creazione di nuovi servizi rispondenti a nuovi bisogni

con queste trasversalità qualificanti da osservare:

  • equilibrio tra innovazione tecnologica e prossimità nelle relazioni intersoggettive;
  • valorizzazione della domiciliarità in luogo della istituzionalizzazione di persone non autosufficienti, cronici ecc…;
  • integrazione tra risorse formali e informali, professioni socio-sanitarie e volontariato;
  • promozione dell’empowerment e della responsabilizzazione dei cittadini verso la promozione della salute e del benessere.

Tempi di realizzazione

maggio 2018- dicembre 2019

Target potenziale di beneficiari

Studenti o ex studenti di professioni:

  • Mediche (di base e specializzazioni)
  • infermieristiche e ostetriche  (Infermiere, Infermiere pediatrico, Ostetrica/o);
  • Della riabilitazione (Educatore Professionale, Fisioterapista, Logopedista, Ortottista e assistente in oftalmologia, Podologo, Tecnico della riabilitazione psichiatrica, Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, Terapista occupazionale);
  • tecniche (Dietista, Igienista dentale, Tecnico audiometrista, Tecnico sanitario di radiologia medica, Tecnico sanitario di neuro-fisiopatologia, Tecnico sanitario di laboratorio, Tecnico di fisiopatologia cardiocircolatoria, Tecnico audioprotesista, Tecnico ortopedico);
  • della prevenzione (Assistente sanitario).

Oltre a giovani che stanno diventando o sono già operatori socio sanitari, psicologi e assistenti sociali.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l’informativa. Informativa Privacy